cicloturismo a bibione

L'Hotel Renania si trova vicino alle piste ciclabili del centro cittadino, 
mette a disposizione dei cicloturisti un ricovero per le biciclette, il parcheggio per l'auto in Hotel e una buona colazione energetica.
Per chi non viaggiasse con la propria bike e volesse fare un giro alla scoperta delle bellezze naturalistiche di Bibione, può noleggiare una bicicletta, una mountain bike o un divertente risciò a prezzo convenzionato in un vicino "rent a bike".
Per piccoli tour cittadini  sono a disposizione gratuitamente le biciclette dell'Hotel e bastoncini telescopici per Nordic Walking.

PASSEGGIATA ADRIATICO
15 chilometri di pista ciclabile interna a Bibione di livello facile, che corre parallela agli 8 chilometri di spiaggia per addendrarsi poi nel centro cittadino. Divertente per tutta la famiglia anche di sera perchè quasi interamente illuminata. 

ESCURSIONE AL FARO E ALLA PINETA - 1 ora
12 chilometri nella natura di Bibione su una pista di grado di difficoltà 3 su asfalto, sterrato, sabbia e su terra battura. Per chi volesse percorrere l'intero percorso è preferibile una mountain bike e dedicarci le ore diurne, non essendo la pista illuminata di notte.
Il percorso si addentra nell'ampia campagna di Bibione e attraversa la pineta fino a raggiungere il faro di Bibione e la selvaggia foce del fiume Tagliamento.  Il faro di Bibione è stato recente ristrutturato ed offre ora al suo interno bagni pubblici e alcuni distributori di bevande fresche per una sosta di relax.
Concerti serali, della durata a volte fino all'alba, si  svolgono periodicamente nella magica atmosfera del faro di notte

IL GIRA TAGLIAMENTO - 4 ore
36 chilometri di un grado di difficoltà 3 su asfalto e sterrato da percorrere nelle ore diurne e, nel periodo caldo preferibilmente di mattino, con una mountain bike. Da Bibione a San Michele al Tagliamento lungo gli argini del fiume Tagliamento in un paesaggio naturalistico molto suggestivo con alberi autoctoni quali i lecci. 

IL 3° BACINO E I CASONI - 2 ore circa
23 chilometri di un grado di difficoltà 2 su asfalto e sterrato da percorrere nelle ore diurne preferibilmente con una mountain bike, sconsigliato però nel fine settimana a causa del traffico di autovetture. Si tratta di un itinerario nella natura tra campi e risaie da cui si possono ammirare alcuni casoni, le antiche case dei pescatori con il caratteristico tetto di paglia.  Il percorso corre per un tratto lungo la Litoranea Veneta, una via fluviale che collega Venezia a Trieste vicino alla zona naturalistica di Valgrande e Vallesina
Chi volesse rimanere ancora immerso nella natura può allungare il percorso di altri 14 chilometri e mezzo raggiungendo la zona chiamata Prati Nuovi.